Scenari applicativi
applicazioni smart home

Smart Home: introdurre l’IoT per migliorare la nostra vita domestica

Secondo le ultime ricerche il mercato della Smart Home è in crescita e il motivo principale è solo uno: le persone hanno capito i vantaggi nell’avere degli oggetti connessi in casa sia per risparmiare energia e denaro che per aumentare il comfort e la sicurezza all’interno delle mura domestiche.

Cos’è e come funziona una Smart Home

La Smart Home, o casa intelligente, è il termine utilizzato per indicare lo studio e l’applicazione di tecnologie rivolte a migliorare la qualità della vita, il comfort e l’efficienza nelle abitazioni. Con il passare del tempo il termine è passato a indicare un’abitazione caratterizzata da oggetti connessi in rete, in grado di comunicare tra loro e con l’ambiente esterno (dispositivi IoT).

Per questo motivo la Smart Home non va confusa con la domotica. Quest’ultima, infatti, comprende solo le soluzioni integrate e cablate nell’impianto elettrico e non tutte quelle soluzioni che sfruttano la connessione Internet.

Per poter creare una vera Smart Home esistono diverse strade come utilizzare speciali relè da inserire nell’impianto elettrico in modo da poter accendere, spegnere o regolare l’intensità delle luci. Questi relè multifunzione presentano una tecnologia Bluetooth che garantisce una maggior sicurezza dei dati rispetto al Wi-Fi, una trasmissione crittografata e la possibilità di controllare i dispositivi IoT da remoto.

Al centro di un impianto di Smart Home è presente un gateway, il cui compito principale è permettere la gestione di tutte le periferiche ad esso collegate compresi i principali smart speaker presenti sul mercato come Google e Amazon.

Senza dimenticare la continua evoluzione della tecnologia IoT come ad esempio il nuovo protocollo per l’interoperabilità Matter, pensato e creato per facilitare la creazione di ecosistemi Smart Home; i primi prodotti “Matter-compliant” sono attesi entro la fine dell’anno (2022).

Il mercato della Smart Home in Italia e in Europa

Secondo la ricerca condotta dall’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano, il 2021 è stato l’anno della rinascita per la Smart Home in Italia.
Con un valore di mercato aumentato del 29% rispetto al 2020 e, soprattutto, superando i livelli pre-pandemia; il tutto considerando la frenata dovuta alla carenza di materie prime e semiconduttori.

Nonostante questo trend di crescita, il mercato italiano resta lontano dai migliori paesi a livello europeo:

  • Regno Unito (4 miliardi di €);
  • Germania (3,9 miliardi di €);
  • Francia (1,3 miliardi di €);
  • Italia (650 milioni di €);
  • Spagna (480 milioni di €).

Un altro dato che sottolinea il trend di crescita positivo riguarda la diffusione del concetto Smart Home tra la popolazione. Il 74% dei consumatori ne ha sentito parlare almeno una volta e il 46% dichiara di possedere almeno un oggetto rientrante nell’ecosistema della Casa Smart.
Per quanto riguarda invece i principali canali di vendita, la filiera tradizionale ha fatto registrare una forte crescita (+40%) così come gli eRetailer (+25%).

Ma quali sono gli oggetti per la Smart Home preferiti dagli italiani? Ecco una breve classifica:

  • elettrodomestici connessi (135 milioni di euro); 
  • smart speaker (130 milioni di euro); 
  • soluzioni per la sicurezza (125 milioni); 
  • caldaie, termostati e condizionatori connessi (110 milioni);
  • casse audio; 
  • lampadine; 
  • smart plug;
  • dispositivi per gestire tende e tapparelle da remoto.

Tutti i vantaggi di una Smart Home

Per semplicità e chiarezza, suddividiamo i vantaggi della Smart Home in 3 macroaree:

  1. risparmio energetico (e conseguente risparmio economico);
  2. incremento della sicurezza;
  3. aumento del comfort.

Risparmio energetico ed economico

Poter controllare da remoto il funzionamento delle luci, degli elettrodomestici, del condizionatore e di tutti quegli oggetti che consumano energia rappresenta il vantaggio principale di una Smart Home così come per Smart Building, Smart City, ecc… Questo perché innanzitutto consente di ridurre a zero gli sprechi (es. esco di casa con la luce accesa), inoltre, il monitoraggio dei consumi permette di analizzare le proprie abitudini in modo giornaliero e modificare l’utilizzo di certi elettrodomestici per tenere sotto controllo la bolletta energetica, avendo così un risparmio economico.

Incremento della sicurezza

Anche in questo caso le soluzioni IoT riguardanti la sicurezza sono presenti un po’ ovunque, in particolare in ambito sanitario dove la sicurezza e la gestione della salute dei pazienti vengono notevolmente migliorate riducendo i margini d’errore.

Per quanto riguarda la Smart Home, la sicurezza viene aumentata principalmente grazie ai sistemi antintrusione che consentono di monitorare la casa anche da remoto e di collegarsi all’impianto di illuminazione per creare scene dissuasive quando non siamo presenti nell’abitazione.

Aumento del comfort

È il vantaggio più immediato e raggiungibile anche solo con un oggetto IoT presente all’interno dell’abitazione. L’esempio classico risiede nel controllo delle luci rimanendo comodamente seduti sul divano.

In realtà i vantaggi spaziano arrivando all’accensione del riscaldamento / raffrescamento quando ci avviciniamo all’abitazione (tramite geofencing) o l’autoregolazione del sistema di ventilazione per mantenere una qualità dell’aria adeguata all’interno della Smart Home.

Applicazioni della Smart Home

Esistono un’infinità di applicazioni rientranti all’interno della Smart Home, spaziano dall’area sicurezza a quella del comfort e del risparmio energetico, esattamente come le macroaree descritte in precedenza nel capitolo dedicato ai vantaggi.

Luci

Gestione dell’intero impianto di illuminazione, sia interno che esterno, in maniera completamente autonoma o attraverso l’utilizzo di app

Climatizzatori

Regolazione automatica dei condizionatori in funzione della temperatura rilevata con accensione e spegnimento in base alla nostra posizione (geofencing)

Termosifoni

Attraverso un termostato smart si può regolare il funzionamento del riscaldamento della Smart Home in funzione della temperatura interna

Smart plug

La presa intelligente rende IoT tutti quegli oggetti che non lo sono e permette di monitorare i consumi di energia per conoscere le proprie abitudini e ridurre gli sprechi

Purificatori

Purificazione dell’aria in base ai dati raccolti dai sensori (pm 2.5 il più utilizzato) e non secondo la nostra percezione (il più delle volte sbagliata)

Antifurto

Aumenta la sicurezza permettendo di controllare casa anche da remoto e, connettendosi all’impianto di illuminazione, creando scene dissuasive quando non siamo presenti

Irrigatori

Irrigazione gestita in modo autonomo a seconda della salute del giardino e delle previsioni meteorologiche, se è prevista pioggia è inutile attivare l’irrigazione, questo permette anche un minor spreco d’acqua