Scenari applicativi
IoT & sistemi HVAC

IoT nell'HVAC per l'efficientamento energetico

I sistemi HVAC (Heating, Ventilation & Air Condition) vengono comunemente utilizzati nell’ambito dell’energy management; dove è entrato in gioco anche l’Internet of Things.
Il binomio IoT e HVAC, infatti, rappresenta la nuova frontiera del risparmio, dell’efficientamento e del miglioramento continuo delle performance e ha come obiettivo quello di garantire il risparmio energetico e l’efficienza operativa riducendo al tempo stesso l’impatto sull’ambiente.

Come funzionano i sistemi HVAC

Alla base del meccanismo di questi impianti, sono presenti una serie di macchinari connessi che provvedono al condizionamento dell’aria all’interno delle strutture per garantire un livello di comfort termico adeguato per le persone presenti all’interno dell’edificio.
Inoltre, questa tecnologia permette di regolare i livelli di ossigeno, l’umidità dell’aria ed eliminare eventuali odori o CO2.

Diversi ambiti d'applicazione

IoT & sistemi HVAC industriali

HVAC viene utilizzato in svariate occasioni, tra le più significative troviamo i centri commerciali, nei quali i parametri ambientali devono rimanere confortevoli e dev’essere mantenuto un equilibrio termico tra i diversi negozi; inoltre, se pensiamo alle aree ristoro, è fondamentale avere una maggiore quantità di biossido di carbonio a causa del caldo e dei diversi odori creati dalle cucine o ancora se possiamo cambiarci nei camerini senza avere freddo è merito di un buon sistema HVAC.

Un altro ambito può essere quello riguardante gli istituti ospedalieri, in questi casi infatti un buon impianto di condizionamento e ventilazione è fondamentale per gestire la temperatura dei diversi ambienti al variare dell’affollamento delle aree o della presenza di batteri.

Caratteristiche e vantaggi di una soluzione IoT nell'HVAC

Tra le caratteristiche principali dell’IoT nell’HVAC troviamo ovviamente tutta la parte di sensoristica che permette di rilevare diversi parametri, sia interni che esterni all’edificio, come il livello di umidità, la temperatura, il livello di CO2.

Queste caratteristiche portano a diversi vantaggi se sfruttate a dovere:

Monitoraggio della temperatura da remoto

È possibile controllare la temperatura presente in un determinato ambiente e modificarla da remoto, questo permette non solo di risparmiare in termini di consumo energetico ma anche di evitare spiacevoli inconvenienti per le persone presenti nell’ambiente in questione.

Efficientamento energetico

Si collega al punto precedente con una caratteristica aggiuntiva: oltre alla possibilità di controllare e modificare la temperatura da remoto, è possibile impostare dei parametri che i sistemi HVAC rispetteranno in automatico o basandosi sulla temperatura esterna. Quindi, se l’ambiente diventa troppo affollato o se la temperatura interna sale al di sopra di una certa soglia limite, automaticamente l’impianto di raffreddamento riporterà la temperatura entro il limite massimo consentito; stessa operazione nel caso la temperatura scenda troppo, in questo caso si attiverà l’impianto di riscaldamento.

Manutenzione predittiva

Quando si parla di manutenzione si entra in un tema abbastanza delicato: quando cambio un determinato componente? Durerà ancora molto o sta per rompersi? Meglio cambiarlo indipendentemente dallo stato di usura? In nostro soccorso arriva l’IoT e la manutenzione predittiva; grazie a strumenti e al monitoraggio continuo delle condizioni di un determinato componente infatti, è possibile individuare le anomalie prima che avvengano. Questo ti permetterà di risparmiare tempo e denaro in manutenzioni inutili o poco funzionali.

Rifornimento automatico degli elementi di consumo

Analogamente alla manutenzione predittiva è possibile anche monitorare i livelli di un bene consumabile come ad esempio il liquido refrigerante. Il vantaggio immediato è molto intuitivo: posso controllare il livello residuo del bene in questione e gestire gli ordini anticipandone il completo esaurimento. L’altro vantaggio che sfrutta al massimo l’IoT è l’ordine automatico di questi beni; i sensori presenti nei sistemi HVAC possono avvisare automaticamente gli specialisti delle consegne quando i livelli, per esempio, di liquido refrigerante sono troppo bassi, il che significa che non dovrai più preoccuparti degli ordini.

Considerazioni finali sull'utilità dell'IoT nell'HVAC

Concludendo, la raccolta e l’analisi dei dati relativi alla climatizzazione tramite l’IoT consente non solo di comprendere al meglio il funzionamento del tuo impianto, apprendendo dove è necessaria una temperatura più alta o più bassa, ma anche e soprattutto di apportare modifiche puntando all’efficientamento energetico dell’edificio.